Scuola Infanzia Narzole, Ambiente e spazi

  • Home
  • Didattica
  • L'ambiente

Ambiente: spazi a misura di bambino

“I bambini imparano continuamente in un ambiente costituito di spazi e di tempi; essi conoscono e sperimentano attraverso l’organizzazione, le interazioni tra adulti e bambini e tra bambini e bambini.”

G. Cerini

In quest’ottica assumono rilevante importanza l’organizzazione del contesto scolastico e la divisione degli ambienti, la disposizione e l’accessibilità di tutti i materiali.
In linea con la pedagogia montessoriana, nella nostra scuola tutto è “a misura di bambino”: le dimensioni dei servizi, degli arredi, degli oggetti.

I materiali a disposizione sono dislocati e organizzati per stimolare la libera esplorazione e la scelta individuale o a piccolo gruppo delle attività, per stimolare e favorire il grado di autonomia e autostima di ogni bambino.

L’ambiente, perciò, è considerato uno spazio d’azione finalizzato a stimolare e a sostenere la costruzione di conoscenze, abilità e competenze mediante le attività quotidiane e l’interazione sociale.


La nostra didattica

Gioco

Il gioco è l’attività fondamentale attraverso la quale i bambini vivono, raccontano, interpretano e combinano in modo creativo le esperienze personali e sociali. Il gioco da alle insegnanti, durante la giornata, l’occasione per osservare le dinamiche sociali, di crescita e di apprendimento del bambino attraverso l’esplorazione e la manipolazione di materiali strutturati e non che stimolino “il fare”.

Cresco

Il bambino è persona competente, soggetto di diritti, in grado di cooperare attivamente al proprio processo di crescita interagendo con gli adulti, i pari, la realtà circostante. L’infanzia come “tempo per essere e per fare” che valorizza gli aspetti emotivi, cognitivi, sociali e ludici e non come preparazione alla scolarizzazione.
In questo processo i genitori sono co-attori dell’azione educativa diventando per la scuola gli alleati più importanti e fondamentali.

Imparo

Il processo di apprendimento ha come punto di partenza gli interessi e le iniziative dei bambini che vengono ascoltati e coinvolti nelle decisioni che li riguardano. L’insegnante diventa regista non protagonista, cioè facilitatore e mediatore tra gli stimoli di un ambiente generoso e consapevolmente allestito e i processi di apprendimento stessi.

01 Ambiente 3927W
02 Ambiente 3930W
03 Ambiente 0805W
04 Ambiente 0260W
05 Ambiente 0461W
06 Ambiente 0467W
Ambiente 0465W
08 Salone 0437W
07 Ambiente 0468W
Attivita 3947W
07 Salone 0493W
Salone 0475W
09 Sala 0778W
010 Sala 0792W
011pranzo 3921W
011pranzo 3924W
014 Ambiente 0522W
015 Ambiente 0600W
024 Attivita 4087W
016 Ambiente 0455W
017 Ambiente 0457W
018 Ambiente 0459W
012ingresso 0518W
019 Ambiente 0508W
020 Ambiente 0520W
021 Bagni 0550W
022 Ambiente 0598W
24 Teatro 3941
025 Esterno 0815W
25_esterno-0542W